Il CBD durante la gravidanza e l'allattamento al seno è sicuro?

CBD rischio gravidanza allattamento al seno

Le donne incinte o che allattano spesso hanno dubbi sul consumo di prodotti a base di cannabidiolo (CBD). Tuttavia, sempre più persone affermano che il CBD aiuta ad alleviare i sintomi della gravidanza, come nausea e dolore, o depressione postpartum durante l'allattamento. Ma il consumo di CBD è davvero sicuro?

Cos'è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è un composto presente nella cannabis. Non contiene THC, la sostanza psicoattiva della cannabis. Il CBD è popolare per i suoi potenziali effetti terapeutici e sempre più persone lo usano per alleviare varie condizioni come ansia, depressione postpartum, dolore mestruale e spasmi muscolari. Le donne incinte e le madri che allattano possono logicamente chiedersi se sia sicuro consumare CBD.

I diversi tipi di prodotti CBD

  • Huile de CBD

L'olio di CBD viene estratto dai fiori e dalle foglie di canapa, quindi diluito in un olio vettore (come l'olio di oliva o di cocco) per renderlo più facile da consumare. Può essere utilizzato per via sublinguale (mettendone alcune gocce sotto la lingua) o aggiunto a cibi e bevande.

olio di cbd in gravidanza
  • Cosmetici al CBD

I cosmetici al CBD stanno diventando sempre più popolari in quanto forniscono un'alternativa naturale alle sostanze chimiche dannose presenti in alcuni cosmetici convenzionali. Creme, gel e oli al CBD possono essere applicati direttamente sulla pelle per alleviare varie condizioni della pelle, come l'eczema e la psoriasi.

  • Fiori di CBD

I fiori di CBD vengono solitamente fumati o vaporizzati, ma possono anche essere usati per fare infusi o tinture.

CBD durante la gravidanza e l'allattamento

La gravidanza è un momento di grande cambiamento per il corpo di una donna. Il sistema endocannabinoide svolge un ruolo importante nella regolazione di molte funzioni corporee.

CBD durante l'allattamento

Sebbene il CBD sia considerato abbastanza sicuro, non ci sono ancora ricerche sufficienti per confermare questi effetti nelle donne in gravidanza o che allattano. La ricerca sugli animali suggerisce che il CBD potrebbe avere potenziali effetti terapeutici. Tuttavia, gli studi sugli esseri umani sono limitati. Inoltre, la maggior parte degli studi sul CBD sono stati condotti su adulti sani. Non ci sono ancora molti studi sugli effetti del CBD nelle donne in gravidanza o che allattano.

Pertanto, è importante parlare con il proprio medico prima di utilizzare prodotti a base di CBD durante la gravidanza o l'allattamento. 

I rischi del CBD durante la gravidanza o l'allattamento

Il rischio potenziale del CBD è la sua interazione con altri farmaci. Il CBD può interagire con alcuni farmaci, che possono aumentare o diminuire la loro efficacia o causare effetti collaterali indesiderati. Se stai assumendo farmaci, consulta sempre il tuo medico prima di consumare CBD.

CBD durante la gravidanza

Nonostante questi potenziali benefici, è importante notare che i dati scientifici sugli effetti del CBD durante la gravidanza e l'allattamento al seno sono ancora limitati. Inoltre, la maggior parte degli studi sull'argomento sono stati condotti su animali. Consultare sempre il proprio medico prima di utilizzare prodotti CBD durante la gravidanza o l'allattamento.

Il CBD può essere consumato durante la gravidanza o l'allattamento?

Il CBD viene sempre più utilizzato nel trattamento di una varietà di condizioni, inclusa la riduzione degli effetti dell'ansia, del dolore della gravidanza (dolore pelvico, mal di schiena) e spasmi muscolari. Il consumo di CBD durante la gravidanza e l'allattamento non è privo di rischi, in quanto può passare nel latte materno e influenzare lo sviluppo del bambino. È importante consultare un medico prima di consumare CBD in caso di gravidanza o allattamento.

Il CBD è legale in Francia?

Il cannabidiolo (CBD) è un composto presente nella cannabis. Sebbene il CBD sia considerato una sostanza psicoattiva, non produce gli effetti euforici e sballanti associati al consumo di cannabis. Sempre più persone usano il CBD per i suoi effetti terapeutici.

Pianta di canapa CBD

In Francia, il CBD è legale se estratto dalla canapa industrializzata. La canapa industrializzata è una pianta che contiene meno dello 0,2% di THC (tetraidrocannabinolo), la sostanza psicoattiva della cannabis. Il CBD può quindi essere estratto da questa pianta senza timore di infrangere la legge.

 

FAQ

Cos'è il CBD?

Il CBD, o cannabidiolo, è un composto presente nella cannabis. È uno dei cannabinoidi più abbondanti nelle piante di cannabis e non provoca effetti psicoattivi.

Il CBD è sicuro durante la gravidanza?

Le donne incinte e che allattano dovrebbero evitare di consumare CBD poiché non è stato studiato abbastanza in queste popolazioni. Inoltre, il CBD può potenzialmente interagire con alcuni farmaci prescritti durante la gravidanza o l'allattamento.

Il CBD può alleviare i sintomi della gravidanza?

Alcune donne incinte usano il CBD per alleviare la nausea e il vomito, ma non ci sono ancora abbastanza ricerche per confermarne l'efficacia.

Il CBD può alleviare i sintomi dell'allattamento al seno?

Alcune donne usano il CBD per alleviare i sintomi dell'allattamento al seno, come il dolore al seno e l'ingorgo, ma non ci sono ancora abbastanza ricerche sull'argomento.

Il CBD ha controindicazioni aggiuntive?

Il CBD è ben noto per i suoi effetti calmanti e antidolorifici. Rimane comunque una molecola che ha delle controindicazioni, anche in gravidanza come abbiamo appena visto, ma non solo. 

Un primo controindicazione cbd è se ha problemi al fegato come epatite, cirrosi, steatosi epatica. In effetti, il fegato è l'organo che metabolizzerà il CBD. Se soffri di malattie del fegato, avrà difficoltà a metabolizzare il CBD, il che potrebbe indebolirlo ulteriormente.

La seconda controindicazione all'assunzione di CBD è se sta già assumendo altri medicinali. In effetti, la molecola del CBD può interagire con alcuni principi attivi dei farmaci e con entrambi diminuirne l'efficacia, aumentarla o addirittura annullarla. In entrambi i casi può avere gravi conseguenze. Devi essere particolarmente vigile se stai assumendo, tra l'altro, anticoagulanti, ansiolitici, antidepressivi, immunosoppressori, anticonvulsivanti. Pertanto, è altamente raccomandato parlane con il tuo medico prima di assumere CBD, indipendentemente dal trattamento che stai assumendo

Ora sai tutto sulle controindicazioni del CBD e perché dovresti consultare prima di prenderlo!

Torna al blog

Lascia un commento

Veuillez noter que les commentaires doivent être approuvés avant d'être publiés.

Gli articoli sul sito contengono informazioni generali che possono contenere errori. Questi articoli non devono in alcun modo essere considerati consigli, diagnosi o cure mediche. Se hai domande o dubbi, fissa sempre un appuntamento con il tuo medico o ginecologo.

LE NOSTRE MUTANDINE MESTRUALI

1 de 4